Anno nuovo, agente immobiliare nuovo?

L’anno precedente è appena terminato e gli attori del mercato immobiliare fanno un bilancio della loro attività, che ancora una volta si prevede essere molto positivo. Questo entusiasmo è giustificato? O possiamo scorgere piccoli segnali di cambiamento?

Il mercato immobiliare è lento, molto lento. Una delle frasi che meglio descrivono la dinamica di questo settore e cosa ci possiamo aspettare da esso è la seguente (non ricordo chi lo abbia affermato): “Il mercato immobiliare è come un’enorme nave che impiega tanto tempo a cambiare rotta. Quando percepiamo una piccola differenza è già cambiato tutto e non ce ne siamo resi conto.”

In un momento in cui il valore di vendita mostra un incremento stimato di circa il 5% rispetto all’anno precedente, l’altro indicatore, quello dei prezzi richiesti, tende a crescere mostrando prezzi sempre più alti quando si immette l’immobile sul mercato. Questo fatto finisce per soffocare la domanda, ovvero, quella delle persone che già fanno un grande sforzo per acquistare o affittare una casa. Perfino gli stranieri trovano le grandi città portoghesi come Lisbona e Porto per niente competitive rispetto a pochi anni fa. A rendere il tutto più difficile l’offerta di immobili è molto bassa, sia per la vendita come per l’affitto. Si stima anche che le transazioni immobiliari siano diminuite leggermente se comparate all’anno precedente. I tempi della transazione, ovvero il tempo che si impiega a vendere l’immobile in condizioni normali, inizia ad allungarsi sempre di più.

In breve, probabilmente si sarà già accorto che in generale una casa non si vende da un giorno all’altro e che i prezzi non sono quelli richiesti dal proprietario. Quindi, valutare i benefici che si possono ottenere dal supporto di un professionista della Mediazione immobiliare è molto importante e deve ponderarli seriamente.

Mettere in vendita la casa attraverso un agente immobiliare e non riuscire a venderla, vi è già successo? Se è il vostro caso, e se state pensando di vendere la vostra casa è questo il momento giusto per valutare l’operato di un bravo professionista del settore Immobiliare.

In un mercato che va verso una sempre più difficile offerta di prodotto, con l’esigenza crescente di negoziare il prezzo finale, è importantissimo verificare che il vostro Agente Immobiliare è, oltre che un professionista, anche uno specialista. Ecco alcuni consigli:

 

Informazione

Il suo nuovo agente Immobiliare deve conoscere il mercato come nessun altro. Non il mercato globale, basta che sia ben informato sulla zona o il quartiere dove si trova la vostra casa. Perciò  l’agente deve essere specializzato nella vostra zona, deve passarci più tempo possibile per poter essere conosciuto e riconosciuto, e, soprattutto per poter avere accesso all’informazione privilegiata, essenziale per avere successo nella propria attività. Il vostro agente deve saper utilizzare la tecnologia disponibile. Non basta sapere accedere ai portali, se avete di fronte un bravo professionista saprà utilizzare le metaresearch che in meno di 3 secondi potrà fornire una visione completa di tutto ciò che si trova in vendita in una determinata zona, quartiere o strada. Casafari è probabilmente la miglior tool di metaresearch disponibile. Solamente le informazioni affidabili e l’esperienza sul campo permetteranno di capire le dinamiche del mercato e sarete consigliati sul valore da chiedere, così come la strategia dell’Agente per vendere meglio il vostro immobile, cioè qual è il  miglior prezzo che si adatta alle vostre esigenze.

 

Tempo

L’Agente Immobiliare dovrà avere una sola missione: non farvi perdere tempo. Cercate professionisti che semplificano, che sono diretti, assertivi, trasparenti e che si adattano al vostro stile comunicativo. Ancora una volta la tecnologia viene in nostro soccorso. Il follow-up odierno può essere fatto in tanti modi diversi: whatsapp, skype, facetime…l’importante è che sia una comunicazione adatta a voi in modo da non perdere tempo mantenendola costante. Durante le viste dei clienti, lasciate che sia l’agente a negoziare e a rappresentarvi. Se è professionale sarà in grado di negoziare come nessun altro e vi farà risparmiare tempo e denaro. Affidatevi all’Agente per tutto ciò che riguarda l’immobile e ottimizzate il vostro tempo. Ad esempio, lasciate l’aggiornamento della documentazione all’Agente.

 

Divulgazione

Se il vostro agente attuale mette solo un cartello di vendita e un annuncio su alcuni siti web, allora è il momento di cambiare agente. Verificate che abbia un piano di marketing specifico per la vostra casa e valutate insieme una serie di azioni. Scoprite qual è l’ opinione dell’agente sul target di clienti per il vostro immobile e dove pensa di poter trovare più facilmente questi potenziali acquirenti.

 

Potenziali acquirenti

Se l’agente è un vero professionista, non vorrà perdere nemmeno  il suo di tempo, quindi sarà una buona pratica selezionare i potenziali acquirenti attraverso un appuntamento fissato prima di visitare la vostra casa, in modo di assicurarsi che le persone che visitano non siano solo interessate, ma siano davvero potenziali acquirenti. L’Agente deve valutare la motivazione e la capacità finanziaria dell’interessato, evitando così visite infruttuose alla proprietà, così da evitare di suscitare false aspettative.

 

Colaborazione

Chiedetegli se condivide con altri colleghi, la condivisione è fondamentalmente la possibilità che dà ad altri professionisti di mostrare anche il vostro di immobile se questi sono in contatto con un potenziale cliente acquirente. Quando è ben fatta, la condivisione è sempre gestita dal vostro agente in modo da poter continuare a filtrare i potenziali acquirenti da altri colleghi. Ancora una volta, si guadagna tempo e si migliora sostanzialmente la divulgazione della vostra proprietà aumentando le opportunità di vendita.

 

Credo che questi siano i punti cruciali, quelli da tenere in conto quando si stila un contratto con un agente Immobiliare. Qundi? Anno nuovo, agente immobiliare nuovo?