CONTENT MARKETING PER AGENTI IMMOBILIARI CHE VOGLIONO ESSERE LEADER

“La migliore vendita è la non vendita”

La frase migliore per definire il principio per la creazione di una strategia di Content Marketing dovrebbe riflettere la capacità di generare contenuti rilevanti adatti a un pubblico specifico, con l’obiettivo di condividere informazioni importanti e utili,  in modo che il vostro marchio possa suscitare interesse, fiducia e credibilità del pubblico in un particolare settore o attività.

Nella maggior parte delle attività, le vendite dirette el ‘hardselling [1] sono oltrepassati, soprattutto nel settore immobiliare. La promozione della relazione col cliente e del softselling [2] sono tecniche che non sono più solo tendenze. Insieme alla tecnologia, si possono trasformare in potenti alleati, essenziali  per il posizionamento del marchio personale di qualsiasi agente immobiliare che si trovi a voler aumentare rilevanza, interesse, fiducia, riconoscimento e, naturalmente, alla fine, leads [3]!

Per sviluppare una strategia di content marketing specifica per gli agenti immobiliari, vi lascio 5 suggerimenti che considero efficienti e soprattutto efficaci:

1. Scegliete bene il pubblico di riferimento. Nonostante la rivoluzione tecnologica che ci permette di lavorare con ampio spazio di manovra, credo ancora che il posizionamento geografico fisico dell’agente immobiliare rimane un grande vantaggio.Il posizionamento segue sempre una zona specifica dove l’agente deve promuovere le relazioni per posizionarsi al meglio. Come? Facendo due cose, che devono essere ben chiare nella mente ogni professionista di questo e di altri settori: conoscere e farsi conoscere. Se non si hanno dubbi in merito all’importanza del farsi conoscere, anche per strategia di marketing personale, il primo è vitale per lo sviluppo di una strategia di Content Marketing, perché se si conosce la zona, l’agente immobiliare avrà la capacità di ottenere informazioni e, soprattutto, conoscere il pubblico destinatario come nessun altro. Il pubblico target di oggi non è rappresentato solamente da clienti venditori e acquirenti; la comunità, gli influencers, e i followers sono obiettivi critici da raggiungere. Sono fondamentali per far si che l’agente possa essere in grado di lavorare sulla propria rilevanza e notorietà, diventando la prima persona a cui pensa il pubblico quando si tratta di immobili, cioè, attraverso la strategia di posizionamento e un buon content marketing diretto alla comunità in cui opera, il marchio personale dell’agente immobiliare diventa Top of Mind [4].

2. Essere “onnipresente” è importante, ma più importante, è focalizzare il tipo di comunicazione. In sostanza, l’agente immobiliare può sviluppare il suo contenuto attraverso due forme: testi e video. I testi dovrebbero essere scritti in un linguaggio semplice, diretto, e soprattutto adattato al target [5].

Per quanto riguarda i video, prevale la creazione di un concetto e l’esecuzione di quel concetto con una certa qualità, perché sarà ovviamente un riflesso di credibilità. I video dovrebbero essere brevi, al massimo 90 secondi, dovrebbero avere una buona qualità dell’immagine e del suono e, se possibile, i sottotitoli. I contenuti (temi) dovrebbero soddisfare gli interessi del suo target (pertinenza) e dovrebbero essere in grado di catturare immediatamente l’interesse sufficiente per visualizzarli fino alla fine. Il grande vantaggio dei video è un’opportunità per l’espressione del linguaggio nelle sue 3 forme: corpo; para-verbale e verbale. Tutto ciò è essenziale per il pubblico, perché in questo modo può conoscere “personalmente” l’agente immobiliare prima di prendere l’iniziativa e avere un contatto faccia a faccia.

I canali dovrebbero essere scelti anche in base al  target di riferimento, cioè in base alle sue abitudini. Ci sono due canali che, sebbene distinti, si completano a vicenda come base della strategia di comunicazione: on line [6] offline.

Nel canale online,  possiamo comunicare in maniera più interattiva, immediata e completa; può per esempio essere attraverso un blog dove si deve comunicare regolarmente e costantemente. Questo tipo di scambio/ comunicazione avviene grazie ai followers, ma è anche un ottimo modo per interagire attraverso i commenti sul blog, e, naturalmente, è possibile migliorare l’interazione attraverso la presenza sui social network rilevanti per il tuo target.

Anche la e-newsletter periodica è un ottimo mezzo di comunicazione per diffondere informazioni più importanti del mercato; possono riguardare la tua attività, i fatti, le curiosità, o le tendenze, gli stili di vita nella tua area di competenza), il che la rende più interessante, perché il cliente non vede solo immobili, ma informazioni pertinenti, è come se fosse lo specchio della sua attività di Agente Immobiliare, e può misurare il livello del servizio che si può offrire.

Nell offline [7] si ha la possibilità di mettere in formato cartaceo il contenuto affrontato nel paragrafo precedente per supportare azioni direttamente in strada con flyers volantini, riviste o altri tipi di azione promozionale,  che possono essere consegnati personalmente o, per esempio, collocati nella cassetta postale. Un relazione di prossimità diventa sempre più importante, perché è un modo di essere vicino alla comunità  e ai potenziali clienti. È possibile esplorare l’organizzazione o la partecipazione a eventi che catturano l’interesse del pubblico, non solo per gli immobili disponibili sul mercato, ma anche  per temi importanti per il suo target come workshop di cucina, sessioni di formazione, degustazioni di vini, mostre di artisti… la cosa importante è dare spazio alla creatività!

 

3. Comunicare sempre con pertinenza. Forse la parte più difficile della produzione di contenuti è sapere come fare ricerca o creare contenuti che abbiano un impatto sufficiente a catturare l’interesse di persone che frequentano o vivono nell’area di competenza dell’agente immobiliare. In generale e a rischio di non essere in grado di coprire tutti i professionisti, ritengo che i contenuti pertinenti:

  • Informazioni sul mercato immobiliare locale;
  • Informazioni sulle transazioni immobiliari recenti
  • Informazione e classificazione delle attività commerciali locali, per esempio, i migliori ristoranti della zona, far conoscere il marchio e le persone che li gestiscono;
  • Informazioni su infrastrutture come scuole, palestre, medici, supermercati, professionisti di varie aree presenti nella zona, ecc.
  • Informazioni su eventi, testimonianze degli abitanti della zona;
  • Suggerimenti su come preparare una casa in vendita;
  • Informazioni sui documenti necessari per vendere un immobile e su come ottenerlo;
  • Suggerimenti su come promuovere una proprietà;
  • Informazioni sull’organizzazione di un trasloco;

4. Ottenere fiducia, ottenere e mantenere la credibilità.La fiducia si ottiene con piccole azioni, la base è sempre la capacità di promettere e realizzare ed è per questo che la comprensione dell’altro e la capacità di dire che non sono essenziali per soddisfare questo punto che sarà la sua grande sfida. Fiducia è una parola molto forte nella mediazione immobiliare, al fine di ottenere fiducia prometti solo quello che riuscirai a fare, altrimenti, se si fallisce, si perde l’opportunità di ottenere un cliente e la vostra credibilità vacillerà. Essere credibili è il risultato diretto della coerenza del servizio che fornisce, della conoscenza che passa e della sua affidabilità, cioè, se vi viene chiesto qualcosa nella vostra zona, dovete essere in grado di rispondere in modo assertivo. L’uso di costante assertività e promozione attraverso contenuti rilevanti rende l’agente immobiliare affidabile, tuttavia, è la coerenza che lo rende abbastanza credibile per un cliente da cercare o riferirsi ad esso;

5. Essere coerente, fare e continuare a fare sempre. Nella promozione basata su una strategia di content Marketing, deve obbedire ad una verità assoluta, continuità. Preparatevi ad iniziare e non smettete di creare contenuti utili e rilevanti per il vostro target di riferimento, dopotutto, questo è ciò che si aspettano da voi dopo che vi siete guadagnati la vostra fiducia!

[1]Hardselling – tecnica di vendita associata ad una vendita diretta e aggressiva basata sulla vendita di un prodotto o servizio.

[2]Softselling – tecnica di vendita associata a una forma indiretta di vendita basata sulla promozione della relazione che guida all’acquisto di un prodotto o servizio.

[3]Leads – Contatti.

[4]Top of Mind – il marchio più ricordato che viene sempre prima.

[5]Obiettivo-pubblico- target.

[6]Online-comunicazione via internet

[7]Offline- comunicazione senza internet