Il Covid e l’inizio di un nuovo ciclo immobiliare in Fortune Italia by Alessandro Pulcini

Il Coronavirus sta cambiando profondamente anche il mercato degli immobili. Per capire che direzione prenderà abbiamo parlato con Marco Daviddi,  EY, e Marco DettoriAssoimpredil Ance. 

IL 14 MAGGIO, NEL SUO BOLLETTINO economico, la Bce ha scritto come fosse “probabile” che la pandemia di Coronavirus avrebbe provocato un calo significativo della domanda di abitazioni a causa delle perdite di reddito e di ricchezza. L’incertezza causata dalla pandemia potrebbe “incoraggiare le famiglie e gli investitori a rinviare le transazioni immobiliari”. Con una crisi come quella odierna, che colpisce principalmente (e in maniera inaudita) i consumi, il settore delle costruzioni, e dell’immobiliare residenziale in particolare, potrebbe subire conseguenze fra le più pesanti. Per la Bce “la sospensione dei piani e la chiusura dei cantieri, in particolare nei Paesi in cui le misure di lockdown sono state attuate fin dalle fasi iniziali, come la Germania, l’Italia e la Spagna, hanno già causato gravi problemi finanziari alle imprese edili”.

 

Puoi vedere tutto qui