Visitare un immobile senza avvisare il proprietario

Massimo Forte, Consultor, Formador, Coach, Contactos

Sapete che potete visitare la vostra futura casa senza dover avvisare l’attuale proprietario?

L’Open House, se vogliamo utilizzare il termine in inglese, tradotto poi in Casa Aperta dalle aziende di Mediazione Immobiliare, è una azione promozionale che consiste nell’invitare un gruppo di possibili compratori e persone della comunità a visitare una proprietà che si trova in vendita, in una determinata data e ora. Questo tipo di azione promozionale crea l’opportunità di mostrare la casa a tutti coloro che sono interessati nell’immobile o ai loro influencer. Spesso è un modo molto efficace di chiudere una compravendita.

Questa iniziativa, conosciuta come Open House, celebra i suoi 100 anni quest’anno e, nonostante l’avvento della tecnologia, il concetto resiste con successo ed è pratica comune tra chi vende e chi è interessato a comprare.

Anche se si tratta di un concetto semplice e che di solito suscita pochi dubbi, la sua organizzazione deve essere ben pianificata, in modo che l’evento abbia successo. Bisogna concentrarsi nella soddisfazione del cliente proprietario, mostrando l’impegno di vendere il suo immobile; nell’interesse del potenziale cliente compratore, che può vistare la sua eventuale futura casa; e, infine, avere la possibilità di analizzare le richieste di ulteriori e possibili clienti.

Vediamo come funziona:

 

PREPARAZIONE

Di solito l’Open House si svolge in case usate ma non abitate, vuote. Ci sono situazioni in cui il proprietario vive ancora nell’immobile, e comunque è sempre necessaria l’autorizzazione alla realizzazione dell’evento da parte del proprietario anche se poi non dovrà essere presente fisicamente, ma sarà rappresentato dal suo Agente immobiliare, responsabile a sua volta dell’organizzazione dell’evento.

L’immobile deve essere preparato con l’obiettivo di essere venduto quel giorno stesso, come succede con la vendita di una automobile. La casa deve essere pulita, ordinata e senza oggetti personali (tipo le foto dei proprietari…). Gli ingressi, interni ed esterni, devono essere liberi e puliti. Il percorso di visita alla proprietà deve essere facilitato e si deve svolgere in maniera fluida. Se ci sono garage o armadi, questi devono essere puliti e ordinati, e nel caso di una villetta, anche gli spazi esterni devono essere ben organizzati e curati, con erba e siepi tagliate.

La visita deve promuovere un’esperienza piacevole, che coinvolge tutti i sensi, soprattutto l’olfatto, fattore cruciale per far si che l’esperienza sia memorabile. Pensate all’odore inconfondibile di un’auto nuova; anche l’odore di casa deve essere piacevole e non troppo forte. Si possono utilizzare profumi per la casa neutri e freschi, per ricreare una sensazione piacevole.

 

POSSO ESSSERE INVITATO?

L’open house funziona come un evento, si fa promozione attraverso inviti personalizzati e vari canali comunicativi per poter raggiungere il maggior numero di persone che possono essere interessate all’acquisto e magari comprare quello stesso giorno.

Si definisce un giorno, di solito un sabato. L’ora viene scelta in base alla zona e alle abitudini del vicinato, i canali di comunicazione devono essere studiati e appropriati alla casa, devono descrivere il tipo di immobile e trasmettere tutto il potenziale al possibile cliente. Si usano spesso brochure personalizzate.

La durata dell’evento è di mezza giornata, anche se sempre più spesso si organizzano eventi che durano circa 2 ore.

I vicini e la comunità, insieme alla base dati dei clienti compratori, sono gli invitati più importanti sui quali si concentrerà l’attenzione dell’Agente. Se l’agente immobiliare lavora in rete con altri agenti, l’invito viene esteso ai colleghi che fanno parte della rete.

La divulgazione dell’ azione promozionale avviene sempre più spesso nei social, ma deve essere promossa anche nel blog dell’agente e nel sito dell’Agenzia immobiliare. È molto importante divulgare l’evento anche nei luoghi e nelle aree commerciali vicini al luogo dell’evento.

Esistono siti di Agenzie Immobiliari che pubblicizzano tutti i giorni questo tipo di eventi.

 

POSSO ENTRERE SENZA AVVISARE NESSUNO?

Normalmente viene utilizzata una segnaletica precisa per orientare e identificare il luogo dell’evento in modo da raggiungere l’Open House con facilità. Quando si arriva sul luogo, questo si identifica subito perché ci sono palloncini, bandierine e altri addobbi che invitano le persone ad entrare senza dover avvisare nessuno.

In genere,all’interno della casa ci sono luci soffuse e musica ambient, del caffè e un rinfresco che invita alla visita.

Per ricevere i clienti saranno presenti vari Agenti. Uno di loro accompagnerà i visitanti a fare il giro della casa e sarà disponibile a chiarire dubbi e rispondere alle domande sull’immobile. Gli altri agenti offrono supporto al collega e ai visitanti aiutandoli a sentrsi a proprio agio.

L’Open House come evento è evoluto molto durante gli anni e oggi esistono esempi di Open House per immobili di lusso a cui si può partecipare solo dietro invito e con una lista di invitati molto ristretta. Esistono anche eventi Open House per i professionisti, le cosiddette Open Agents, che hanno l’obiettivo di far conoscere gli immobili solo ai professionisti del settore, per poter condividere con la propria rete di contatti. Un altro concetto è la Multi-Open-House, ovvero organizzare vari eventi allo stesso tempo e permettere ai visitatori di fare un vero e proprio tour e vedere tutte le case disponibili in modo che possano incontrare quello che cercano in quello stesso giorno. Infine, esiste un’ulteriore evento che assomiglia al Black Friday ed è molto comune negli Stati Uniti e in Brasile. Viene organizzato l’evento promozionale applicando uno sconto al prezzo iniziale, per un breve periodo di tempo e solo per quella occasione specifica, ad esempio un fine settimana, in modo da dare tempo alle persone di pensare in questo affare cosi importante

Adesso lo sapete, potete visitare una casa senza avvisare nessuno